menu
 

Ypsigrock is the best festival on the planet.

Mogwai

If you missed out on Glasto, then you should try it.

The Times

Ypsigrock excelled once again, it must now be seen as one of the most tasteful and considered ‘boutique’ festivals in Europe, if not the world.

Gigwise

The best festival you’ll only find if you leave the beaten track of the European circuit behind.

The 405

There’s a mysterious charm to this Sicilian event that is nigh on impossible to put into words.

CLASH

Un appuntamento che ha saputo diventare meta turistica, momento di aggregazione e di cultura, e soprattutto uno stato mentale.

Stefano Cuzzocrea (Journalist and unforgettable Friend)

Ypsigrock’s beautiful location, married to excellent production and hospitality resulted in the festival being one of the most memorable weekends of my life.

Andy Inglis (5000 Mgmt, UK)

You would be hard-pressed to find a festival more beautiful.

The Independent

Is this Europe’s most picturesque festival? Almost certainly, yes.

DIY

Festival

 

Ypsigrock Festival torna per la sua 23esima edizione consecutiva tra l’8 e l’11 agosto 2019, all’interno della sua cornice naturale: Castelbuono, comune siciliano in provincia di Palermo.

Photo credit: Roberto Bonomo

Ypsigrock è il primo boutique festival d’Italia, ormai punto di riferimento di tutti gli appassionati di cultura indie. Il festival è stato fondato nel 1997 a Castelbuono, paesino siciliano, a poco più di un’ora e mezza di strada da Palermo, a una decina di chilometri dal mare e incastonato in una splendida vallata, per opera di alcuni giovani del luogo appassionati di musica indie e alternative rock. L’idea era quella di riuscire a far suonare gli artisti preferiti di sempre in casa propria, organizzando un festival ispirato alla vincente formula degli eventi internazionali.

Con vent’anni di esperienza alle spalle, Ypsigrock è diventato una certezza e un modello nel panorama internazionale, ed è percepito come un evento imperdibile per la qualità artistica e per la bellezza estetica degli angoli più incantevoli di Castelbuono dove rivive.

Photo credit: Manfredi La Marca

Photo credit: Patrizia Chiarello

Nel 2016, per la prima volta un festival italiano è entrato nella shortlist degli European Festival Awards grazie ad Ypsigrock, selezionato tra i migliori eventi del vecchio continente come Best Small Festival. Questa categoria è dedicata ai migliori boutique festival d’Europa, quelli con presenze minori alle 10.000 persone e celebra i progetti eccentrici, animati dal tocco personale e originale delle organizzazioni, in grado di distinguersi per l’intimità e il senso di comunità che si viene a creare nelle location che lo ospitano. Ogni anno, infatti, gli ypsini, il popolo che gravita nell’universo di questo festival, per quattro giorni si mescolano alla comunità di Castelbuono per dare vita all’Ypsi & Love, un’intima atmosfera familiare, caratterizzata da un’attitudine genuina al divertimento condiviso, che rende l’esperienza ad Ypsigrock unica e inimitabile.

Photo credit: Stefano Masselli

Nel corso delle sue prime venti edizioni, Ypsigrock ha accresciuto il suo prestigio nel panorama degli eventi di musica live in Europa, per l’atmosfera suggestiva dei suoi luoghi e per le ricercate lineup, costruite sempre attorno alla regola aurea dell’Ypsi Once: si sale solo una volta nella vita sui palchi del festival con lostesso moniker, non si replica mai.

In questi anni sono arrivati a Castelbuono molti artisti che mai avevano suonato in Italia esibendosi, nella quasi totalità dei casi, in esclusiva italiana. Tra le band di maggior prestigio che hanno scritto il loro nome nella storia del festival vi sono Editors, Mogwai, Daughter, Savages, Moderat, Battles, Metronomy, Primal Scream, Future Islands, Caribou, Belle & Sebastian, Dinosaur Jr., Mudhoney e tanti altri talenti internazionali ed italiani. Ypsigrock, inoltre, è stato il teatro del debutto italiano di grandi nomi della musica mondiale tra i quali vi sono Jon Hopkins, Alt-J, SOHN, Django Django, Hinds, Fat White Family. Il grande consenso unanime degli appassionati e della critica specializzata su queste prestigiose band, ha permesso nel 2015 ad Ypsigrock di essere eletto miglior festival d’Italia agli Onstage Awards.

Fin dalla sua prima edizione, il festival è ospitato in alcuni luoghi incantevoli di Castelbuono, suggestivo borgo medioevale incastonato all’interno del Parco del Madonie e a pochi chilometri dalle morbide spiagge di Cefalù e le coste rocciose di Pollina. Grazie alle sue bellezze naturali e al suo ricco patrimonio storico, architettonico e artistico, Castelbuono è diventato meta amata sia dai turisti italiani che stranieri.

Photo credit: Valeria Di Pasquale

Photo credit: Valeria Di Pasquale

Ypsigrock dunque è l’occasione ideale per trascorrere un fantastico weekend estivo, tra autentiche perle del Mediterraneo e i monti mozzafiato delle Madonie, complice anche l’ottima qualità dell’offerta enogastronomica tipica della zona e il rinomato spirito d’accoglienza della comunità castelbuonese.

Photo credit: Roberto Bonomo

Photo credit: Roberto Bonomo

È difficile trovare qualcosa di meglio per gli amanti della buona musica, della cultura e della creatività. Ypsigrock è una realtà che fa dell’autenticità la sua cifra stilistica distintiva. È un’esperienza insolita e dinamica che in questi anni ha reinterpretato il concetto di festival in Italia, valorizzando le potenzialità di un territorio denso di storie, con stile e ricercatezza unici.

Arrivare a Castelbuono per molti significa scoprire il cuore di una Sicilia inaspettata e spettacolare: un viaggio attraverso la bellezza artistica, naturale e culturale dell’isola.

Photo credit: Roberto Bonomo

Photo credit: Roberto Bonomo

Il fulcro di tanta bellezza si trova in Piazza Castello dove i grandi artisti internazionali si esibiscono in un affascinante anfiteatro naturale colmo fino all’inverosimile.

L’Ypsi Once Stage, il palco principale di Ypsigrock, è infatti il gioiello di Piazza Castello, racchiuso tra l’antico Arco Medievale, l’immensa scalinata e l’imponente maniero dei Ventimiglia, un’area ricca di storia e di ammaliante bellezza.

Photo credit: Roberto Panucci

Le dimensioni raccolte di questa emozionante cornice rendono Ypsigrock un festival esclusivo. Caratteristiche sublimate anche dal meraviglioso Chiostro Settecentesco di San Francesco, che abbraccia l’Ypsi & Love Stage, secondo palco del Festival.

Photo credit: Roberto Panucci

Photo credit: Roberto Panucci

E poi ancora dall’intimo Mr. Y Stage racchiuso presso il Centro Sud, all’interno dell’ex Chiesa del Crocifisso, una bellissima chiesa barocca sconsacrata, ubicata sul corso principale di Castelbuono.

Infine, nell’area attrezzata di San Focà, immersa in una spettacolare pineta del Parco Naturale Regionale delle Madonie è installato l’Ypsicamping, il campeggio realizzato e organizzato dal festival, che accoglie tutti coloro che alla musica vogliono unire momenti di sano relax.

Photo credit: Elisabetta Brian

All’interno del Parco è collocato anche il Cuzzocrea Stage, il quarto palco di Ypsigrock dedicato agli aftershow del festival, con party e djset.

Photo credit: Elisabetta Brian

 

 

Sei un artista emergente e vuoi suonare a Ypsigrock?
L’opzione migliore per candidarsi è partecipare ad “Avanti il Prossimo“.

“Avanti il Prossimo” è il contest attraverso cui ogni anno Ypsigrock Festival seleziona i migliori talenti emergenti da inserire nella propria programmazione artistica.
Negli ultimi anni anni tramite “Avanti il Prossimo” sono stati selezionati: LNDFK, MAKAI, HÅN, SERGIO BEERCOCK, KASSIEL, BRUCE HARPER, YOMBE, RHÒ, ALTRE DI B, UNEPASSANTE e molti altri.

Le selezioni per “Avanti il Prossimo…2019” apriranno prossimamente. Il bando verrà lanciato tra aprile e maggio 2019.

Per aggiornamenti vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook e iscrivervi alla nostra newsletter.
Ogni altra proposta inoltrata via mail alla direzione artistica (i cui indirizzi e-mail si trovano alla sezione CONTATTI) è apprezzata e vagliata, tuttavia per l’elevato numero di richieste artistiche che giornalmente riceviamo non possiamo assicurarne un certo o pronto riscontro. Ci scusiamo anticipatamente se non riceverete via mail risposte in tempi ragionevoli.

Vi preghiamo di non scrivere all’indirizzo mail dedicato alle richieste di info generiche per proporre una esibizione al festival. Tutte le richieste artistiche inviate alla casella di posta “info” non saranno prese in considerazione.

Vi ringraziamo per la collaborazione!